OD BLOG

Home Blog >Le 4 Virtù Cardinali del manager odontoiatrico: la Giustizia

30 Giugno 2021

Le 4 Virtù Cardinali del manager odontoiatrico: la Giustizia

Una voce di bilancio troppo spesso sottovalutata necessita del giusto sentire per non incorrere in gravi problemi di liquidità


Sai cosa intende il Catechismo per Giustizia? Te lo dico subito: la volontà costante e ferma di dare a Dio e al prossimo ciò che è loro dovuto.


Ora ti starai chiedendo cosa c’entri questo con il business odontoiatrico? C’entra, eccome se c’entra. E ti spiego subito come.


Una delle voci che prendo più seriamente in considerazione quando vengo chiamato a valutare l’andamento di uno studio odontoiatrico è quella che, per comodità, chiamo la pending, ovvero piani di cura accettati – e soprattutto – pagati che ancora non sono stati eseguiti, in parte o in toto.


Quella voce per me è sinonimo di debito. Proprio così, un debito che il tuo studio odontoiatrico ha contratto con il paziente nel momento in cui questo ha pagato per intero le sue cure.


Perché è così pericolosa la pending se non viene correttamente gestita? Per molteplici motivi, te ne cito i 2 principali:

  1. Realizzare i lavori costa: in termini di tempo, professionisti e materiali, quindi il fatturato derivato dalle cure accettate non è il netto che entrerà nelle tasche del tuo studio (non fare quella faccia, potrei stilare un elenco lungo come le Pagine Bianche di medici che ancora confondono questi argomenti)
  2. In qualsiasi momento il paziente può richiedere l’immediata restituzione di quanto versato, escluso l’importo dei lavori effettivamente eseguiti sulla sua bocca.

 

Poniamo, per esempio, che il tuo studio medico abbia fatto “la vendita del secolo”: un circolare in ceramica su impianti. Tra chirurgia, provvisorie e definitive il conto è stato davvero ragguardevole.


Iniziate, con il tuo team, le prime fase di implantologia, poi i tempi di guarigione.


Ed è lì che, come risucchiato in un Triangolo delle Bermuda Odontoiatrico, il paziente viene perso tra i meandri del gestionale tra un’attesa di osteointegrazione e una prova masticazione.


Passa il tempo, troppo tempo, e il paziente decide che ne ha abbastanza: dopo alcune chiamate bonarie dove non riceve informazioni utili, si presenta in clinica e chiede la restituzione di quanto versato. Così il vostro bel circolare in ceramica diventa un altro tipo di circolare: quello bancario e stavolta esce dal vostro conto corrente bancario.


Ecco perché la Giustizia nel management odontoiatrico è davvero fondamentale: un check periodo dello stato di lavorazione dei pazienti attivi è un’abitudine che non può essere delegata – senza controllo – allo staff amministrativo o, peggio ancora, alle tue ASO.


Inoltre, è buona norma – non solo in ottica business – prendersi cura dei pazienti che stanno aspettando i propri tempi di guarigione, magari, con una telefonata per sincerarsi di come proceda il decorso e l’attesa. Un gesto cortese che, tecnicamente, potrebbe essere definito un’interruzione di stato: con la tua chiamata interrompi lo stato di attesa del paziente che quindi sentirà meno lunghi i suoi “periodi morti”.


Sei tu, manager odontoiatrico o dentista manager, a dover strettamente monitorare con Giustizia quanto hai dato, di ciò che è loro dovuto, ai tuoi pazienti.
Sottovalutare e non monitorare lo stato della pending è un “errore blu” che non può essere preso sottogamba perché i pazienti sono bravissimi… a farsi giustizia da sé.


Ora, come sempre, passo a te la palla e ti chiedo: cosa ne pensi di questo articolo? Cosa ne pensi dell’ira e della sua gestione? Conosci tecniche in grado di aiutare le vittime di quest’ultimo peccato capitale? Unisciti alla discussione.


Puoi scrivermi qui sotto, oppure chiamarmi per arrabbiarti con me, oppure incontrarmi per scoprire come posso renderti un medico ancora migliore. Io sono pronto a tutto.
 

© Odontoiatria Dinamica